gerardomercurio.com Gerardo Mercurio
Italiano
Inglese
Francese
Spagnolo
HomeCurriculumPubblicazioniPhoto GalleryServiziContatti
   
   
   
   

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  www.schreurs.nl
Visita il sito

www.sitecosubstrate.com
Visita il sito

www.odaf.bn.it
Visita il sito

www.bioplanet.it
Visita il sito
   

Gerardo Mercurio nasce a Benevento il 18/02/1960. Nel 1986 consegue la Laurea di Dottore in Scienze Agrarie presso la Facoltà di Portici (Università di Napoli) con voto finale di 107/110. Nel 1987, con il superamento dell’esame di stato effettuato presso la Facoltà di Agraria di Milano, ottiene anche l’abilitazione all’ esercizio della libera professione di Agronomo.

- Nel 1988, si iscrive presso l’Albo Provinciale dei Dottori Agronomi e forestali della provincia di Benevento con il numero 102.

- Nel 1990 si iscrive al Tribunale di Benevento come C.T.U. (consulente tecnico di Ufficio o del Giudice). Da allora ha svolto e svolge, attività di consulente tecnico anche di parte, nelle controversie nel settore florovivaistico ed agrario.

- Dal 1988 fino agli inizi del 1992 lavora in una cooperativa di servizi in agricoltura dove esplica l’attività di controllo riguardo le superfici adibite alla coltivazione di tabacco, grano duro e viti nella regione Campania.

- Nel 1992 si abilita all’insegnamento di Scienze Agrarie e tecniche di gestione aziendale. Ad oggi insegna ancora in vari Istituti di istruzione secondari come insegnante precario.

- Dalla fine del 1992 fino al 1996, presso la Cooperativa SCROP Flora di Benevento riveste la funzione di socio e unico responsabile tecnico nella conduzione di una serra in vetro di 15.000 mq. Tale struttura, interamente occupata dalla coltivazione fuori suolo della Gerbera su lastre di Lana di roccia (rockwool) era fornita di tutti gli impianti e tecnologie per il controllo automatizzato del clima, della luce e della fertirrigazione in serra (impianto ombreggiante verticale ed orizzontale; impianto di irrigazione con drip; fertirrigatore; impianto di riscaldamento a gas metano ad acqua calda; impianto di apertura al colmo sia sottovento che controvento; impianto CO2; impianto Fog in acciaio inossidabile ad alta pressione -circa 70 atm-, vasche di raccolta sia dell’acqua piovana che aziendale, vasche tipo olandese e frigoriferi per la conservazione e commercializzazione dei steli fiorali). Tutti gli impianti ed il clima in serra erano sotto il costante controllo del computer aziendale. Le fertirrigazioni venivano fatte in considerazione della quantità di luce che un sensore leggeva e trasmetteva al computer.
Quegli anni sono stati fondamentali nella crescita tecnico-professionale del Dr. Mercurio. Infatti egli oltre a partecipare attivamente alla costruzione della serra e di tutti gli impianti su menzionati, diventa in seguito responsabile unico della produzione ed è stato coinvolto anche in tutte le altre mansioni, quali: acquisto delle piantine, messa a dimora delle piantine, difesa delle piante contro i vari parassiti, le fertirrigazioni giornaliere, raccolta dei fiori, fase di stoccaggio in acqua, frigoconservazione, inscatolamento e vendita degli steli fiorali. Tutte queste esperienze vissute direttamente e quotidianamente, permisero al Dr. Mercurio di acquisire una conoscenza del settore molto approfondita, sia come coltivatore che come tecnico. Inoltre, visto che all’epoca in Italia non vi era ancora sufficiente esperienza nella coltivazione fuori-suolo, egli ha viaggiato molto specie in Olanda dove ha fatto diversi stage per meglio comprendere piani di concimazione, interazioni pianta/ambiente esterno, e in generale tutto ciò che riguarda la coltivazione della Gerbera in serra.

- Da ottobre del 1996 fino a oggi, lavora con la ditta Schreurs Holland B.V. nella duplice veste di rappresentante per le Regioni Lazio (Roma) e Campania (Napoli) e di divulgatore tecnico.
L’opportunità di lavorare con una delle ditte di ibridazione di Gerbere e Rose tra le più importanti al mondo consente al Dr. Mercurio di confrontarsi direttamente con i coltivatori a cui inizia a divulgare le sue conoscenze tecniche nella conduzione agronomica delle piante in serra.
L’intesa è perfetta, anche perché i coltivatori vedono che egli riesce facilmente a comprendere le loro reali esigenze.

- Nell’estate del 1997 introduce per la prima volta presso un coltivatore nell’area napoletana il cocco puro come substrato. la produzione e la qualità dei fiori furono così sorprendenti che ad oggi oltre il 95% della produzione di gerbera fuori-suolo nelle aree di sua competenza è realizzata usando coco-chips come substrato di radicazione, crescita e produzione. Anche con la Schreurs i rapporti di vendita e di supporto tecnico ai coltivatori vanno molto bene, tanto che nel 1997 gli viene commissionato di scrivere un libro in Italiano, in cui riportare tutte le sue esperienze sia in ambito nazionale che europeo sulla coltivazione della Gerbera sotto serra. Il lavoro verrà terminato 3 anni dopo ed il risultato sarà apprezzato da tutti i coltivatori, studenti ed operatori del settore. Nel 2002 il libro venne tradotto ed aggiornato con opportuni aggiornamenti anche in lingua Inglese.

- Nel 2004 venne realizzata la 2° edizione aggiornata del libro sempre in lingua Inglese, che resta al momento quella attualmente in commercio. L’opera rappresenta a tutt’oggi l’unico libro completo riguardo la coltivazione della Gerbera in ambito internazionale.
Tra la versione italiana del libro e la 2° edizione in Inglese ci sono diversi aggiornamenti riguardanti soprattutto la coltivazione della pianta non solo nei maggiori Paesi europei (oltre ovviamente Italia ed Olanda, anche Grecia, Turchia, Sud Francia…) ma anche in quelli extra europei quali Colombia e Cina.

- Nel 2006 in virtù del successo avuto con il libro sulla Gerbera, sempre su commissione della ditta Schreurs, il Dr. Mercurio inizia a scrivere un nuovo libro riguardo la coltivazione della Rosa nel mondo. Dopo aver viaggiato tra i maggiori Paesi produttori al mondo quali: Olanda, Colombia, Ecuador, Cina, Giappone, Sud Corea, Kenya, Etiopia ed Uganda il libro fu realizzato e pubblicato nell’ottobre del 2007 durante la manifestazione floricola internazionale Hortifair ad Amsterdam.

- Dall’estate del 2008 collabora con un altro tecnico per l’introduzione della lotta biologica ed integrata contro insetti ed acari dannosi alla Gerbera. A distanza di 1 anno dalla sua introduzione, quasi il 20% di tutti i coltivatori di Gerbera distribuiti tra le Regioni Lazio e Campania, oggi adottano tale strategia con buoni risultati.

- Da gennaio 2009 collabora con il magazine FlowerTech (red business bv) nella realizzazione di articoli riguardo la coltivazione della Gerbera e Rosa sotto serra.

- A maggio 2010 realizza la prima edizione aggiornata del libro "Cut rose cultivation around the world" (La coltivazione della rosa nel mondo).

- Da Dicembre 2010 collabora con Flower Research Institute di Gyeongsangnam-Do (Korea del Sud) come consulente esterno nella coltivazione e miglioramento genetico della gerbera.

- Da Gennaio 2012 collabora con SITECO Substrates, come consulente tecnico-commerciale nella distribuzione di cocco come substrato di coltivazione.


   
WebServices S.r.l.